Il gelato è un’arte che ha bisogno di tecnica, passione e professionalità. Tutte qualità che ha Lorenzo Pessina, il giovane proprietario e gelatiere della Gelateria La Piramide a Castellanza (Varese). Lorenzo ha soli 23 anni ma il suo modo di concepire e realizzare il gelato è frutto di un’esperienza acquisita da uno dei più grandi maestri del settore Angelo Grasso. Nella cucina avere un maestro è fondamentale più dei libri perchè è la conoscenza della materia a fare la differenza. La Piramide a Castellanza fa proprio della “materia” il suo tratto distintivo, anche nell’arredamento degli interni caratterizzato da legno di recupero. Legno naturale dunque e acciaio delle carapine, dove sono custoditi gelosamente gusti dal sapore “antico”.

La filosofia su cui si fonda la Gelateria La Piramide è infatti quella di un gelato ‘come una volta’ rivisitato con sensibilità moderna. Una filosofia che sposa anche il concetto di azienda a conduzione familiare perchè per garantire il massimo servizio al cliente e la qualità del prodotto serve una squadra unita e affiatata.

Da non perdere

La Piramide realizza 18 gusti 4 cremolate siciliane, tutto rigorosamente conservato in banchi a pozzetto. Tra quelli da non perdere consigliamo: Biscotto americano con cookies prodotti internamente dal laboratorio e Crema all’uovo cotta con spezie in infusione. Per gli amanti della frutta ci sono i sorbetti preparati con acqua minerale naturale, frutta di stagione alternata a frutti tropicali come caju, goiaba, acerola, graviola ed anche proposte più particolari come: pompelmo rosa e spumante. I clienti più affezionati consigliano: Crema ricotta e fichi caramellati con ricotta sarda e Crema con croccante realizzato in laboratorio e rhum. Da non dimenticare la panna montata a mano con la frusta, una raffinatezza molto apprezzata dagli estimatori della panna.

Materie prime

Protagonista è sempre la materia prima come la nocciola di Giffoni, la menta di Pancalieri, la liquirizia abruzzese e il pistacchio mediterraneoNessun colorante e conservante, emulsionante chimico e grasso idrogenato, fatta eccezione per la lecitina che è un emulsionante naturale presente nel tuorlo d’uovo e  la farina di semi di carruba usata come addensante. Alla Gelateria La Piramide hanno grande attenzione anche per le intolleranze alimentari come quella al latte, questo il motivo per cui Lorenzo Pessina ha deciso di non usare il latte di soia, ma di proporre gusti cardine come cioccolato, nocciola, pistacchio e cocco in versione sorbetto.

Quando andare

La Piramide è una gelateria dove andare sempre, anche d’inverno. Infatti la produzione di gelati e semifreddi viene giustamente affiancata a cioccolata caldatè da passeggio e fette di torte artigianali. Da non perdere il Gelato al Panettone, un gusto creativo che ha vinto anche la tappa milanese del Gelato Festival 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.